di coach Francesco Dragonetto

Ciao a tutti!

IL MOMENTO – Domenica sarà l’ultima partita del 2021, che ci farà chiudere questa prima fase del campionato. Affronteremo la gara dopo finalmente una settimana piena di allenamenti, “regolare”, dopo aver giocato ogni 3 giorni per quasi un mese. Facendo un bilancio, abbiamo comunque fatto buone prestazioni, anche nelle partite dove siamo usciti sconfitti. La speranza per questo ultimo incontro pre-natalizio è di provare a vincere per regalare un altro sorriso ai nostri tifosi. Come sempre daremo il massimo, speriamo di poter salutare il nostro pubblico prima delle festività natalizie potendo disputare una gara che possa essere divertente ed emozionante. Spero che i tifosi vengano numerosi a sostenerci ed aiutare i nostri ragazzi, per salutarli anche in occasione della festività del Natale.

IL ROSTER – Pozzuoli è una squadra che ha un ottimo organico. Il quintetto vede partire in posizione di playmaker il classe 2000 Gallo, giovane regista che sta facendo un ottimo campionato e sta prendendo partita dopo partita sempre maggiore fiducia. Sarà emozionante per me giocare contro un ragazzo che ho visto crescere sin da piccolo avendo avuto la fortuna di allenare nella società dei genitori. In posizione di guardia gioca l’esperto Rossi che ha nelle sue corde un tiro da fuori che se in giornata può diventare mortifero. Accanto a lui potrebbe partire il mancino Potí che ha capacità di giocare vicino canestro, ma anche può essere pericoloso da fuori con il suo tiro. Il potrebbe è d’obbligo dato che Potí è rientrato da poco da un infortunio e nelle ultime giornate coach Spinelli ha schierato dall’inizio Longobardi. Sotto canestro la coppia di lunghi è quella formata da Gaye e Thiam. Molto agili entrambi, il primo è pericoloso anche da fuori, mentre Thiam ha presenza importante nel pitturato. Dalla panchina come cambio del play gioca Caresta, giocatore a cui piace correre e attaccare il canestro in corsa, come anche Gallo, ma che se vuole sa rendersi pericoloso anche dal tiro da fuori. Coppia di lunghi in panchina proveniente dall’est Europa con Manojlovic giovane del 2001, ancora un po’ grezzo che aiuta a dare respiro ai titolari, ed il rientrante Mehmedoviq che proprio da poche settimane è tornato a dare man forte sotto ai tabelloni alla società che lo ha cresciuto. Altri componenti importanti della panchina che danno quantità al roster sono Sequani, Cagnacci ed Esposito.

LA CHIAVE – Sarà importante il ritmo che verrà impresso dalle due squadre. Sicuramente ci sarà anche un po’ di stanchezza in entrambi i roster, essendo al termine di questo primo ciclo di campionato, e la brillantezza atletica, ma ancor più la capacità a stare concentrati e attenti per tutta la durata della gara sarà fondamentale per il raggiungimento del risultato positivo.

Vi auguro un sereno Natale, che possa portare a tutti tanta serenità.
Come sempre, forza Aquile!
Drago