di coach Francesco Dragonetto

IL MOMENTO – Il nostro cammino continua senza un attimo di respiro ed ora ci aspettano tre partite in 7 giorni di cui le prime due in trasferta. La prima trasferta in quel di Cassino sarà un importante banco di prova per la nostra crescita su un campo sicuramente ostico e contro una squadra che sta cercando una quadra dopo qualche problema avuto in questa prima fase di campionato.

IL ROSTER – All’inizio della gara quasi sicuramente vedremo in cabina di regia l’esperto Teghini, giocatore mancino con un buonissimo bagaglio tecnico e che coach Bartocci conosce molto bene avendolo allenato. Teghini è affiancato Provenzani nel ruolo di guardia, ma a volte entrambi i giocatori si alternano anche nel ruolo di playmaker. Nello spot di “3” parte il giovane Ani, che lo scorso anno giocava in Sicilia con l’Orlandina. Lo starting five è completato dai lunghi Lestini e Bagnoli, che stanno dimostrando che l’età è solo un dettaglio dato che in campo fanno sentire tantissimo il loro peso come hanno dimostrato nell’ultima gara contro Molfetta. La panchina vede Birra, giocatore molto intenso come cambio del playmaker, ma anche Moffa, che entra per dare minuti di respiro alle guardie, Idrissou e Ly-Lee, giocatori molto atletici pronti a subentrare e dare forze fresche ai lunghi.

LA CHIAVE – Con l’innesto di Bagnoli la squadra laziale ha cambiato sensibilmente l’impostazione del proprio quintetto e del proprio gioco. Cassino, ora, ha trovato un equilibrio diverso anche attraverso interpreti diversi rispetto alle prime giornate. Bisognerà stare particolarmente attenti alle giocate individuali di Bagnoli e Lestini, e non concedere spazio agli esterni soprattutto in situazioni di scarico. Sarà una partita che dovremo giocare con intensità e con la solita grande attenzione sulle situazioni del gioco cassinate che vengono utilizzate per prendere vantaggio. Come al solito lavoreremo con attenzione sui dettagli per portare a casa la vittoria.

Forza Aquile!
Drago