LA STORIA – La “Montecatini Sporting Club” è stata fondata nel lontano 1949. Nel 1990 Montecatini si affaccia alla massima serie come la più piccola città presente in serie A1, e dopo una serie di “sali e scendi” di categoria tra la A1 e la A2 la società fallisce per poi riprendere l’attività nel 2010, con grandi difficoltà, e definitivamente nel 2016 quando la Pallacanestro Monsummano (squadra di Serie B che già la stagione precedente aveva giocato le proprie partite casalinghe al PalaTerme) annuncia il cambio di denominazione in Montecatiniterme Basketball, sancendo così il ritorno della squadra montecatinese nel panorama cestistico nazionale. In entrambe le stagioni i toscani centrano i playoff.

I NUMERI – Ultima gara del 2019 per la Levante Torrenova che, al PalaTerme, affronterà Montecatini. I ragazzi di coach Tonfoni (61.5 punti segnati di media a partita, mentre ne subiscono 75,9 di media) sono andati più volte vicini alla vittoria ma non sono ancora riusciti a trovarla: gara difficile dunque per la Cestistica, che si troverà davanti una squadra che vuole a tutti i costi cambiare l’inerzia in questo campionato.

I GIOCATORI CHIAVE – La squadra di coach trullo dovrà prestare particolare attenzione ai due giocatori chiave di Montecatini: Jacopo Mercante e capitan Guido Meini. Il primo è il miglior realizzatore della squadra (13.1 punti ad allacciata di scarpa con il 43% da 2 punti e con il 30 % da 3 punti in stagione), mentre il play della squadra mette a segno 8.5 punti per partita smazzando 3 assist di media a partita.

CURIOSITÀ – Sembra che la scelta dei colori rosso e blu come colori sociali, anziché il bianco e il celeste, che sono i colori civici del comune di Montecatini Terme, sia stata dettata dal fatto che tra i membri fondatori del club fossero presenti tifosi del Genoa.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua