Torrenova scrive la storia battendo con merito 70-60, nella quinta giornata del campionato di Serie B Old Wild West, il Green Basket Palermo. Una partita condotta per larghi tratti dai ragazzi di coach Silva, che dopo un avvio in salita hanno prima impattato al termine del primo quarto, poi messo la freccia e sorpassato da inizio secondo parziale. Per Torrenova, che continua a mettere nuovi mattoncini all’interno della sua storia cestistica, sono anche i primi due punti stagionali che la sbloccano dal fondo della classifica e la portano a quota 2 punti al pari di Lucca, Oleggio, Palermo e Alessandria. Alla sirena finale sono 19 i punti di Boffelli e 16 per D’Andrea, mentre chiude in doppia-doppia Nwokoye con 13 punti e 11 rimbalzi.

Cestistica Torrenovese – Green Basket Palermo 70-60 (19-19, 37-29, 57-42)

Cestistica Torrenovese: Boffelli 19 (3/7, 3/5), D’andrea 16 (5/7), Nwokoye 13 (5/9), Gullo 9 (1/2, 2/7), Murabito 5 (1/4 da 3), Drigo 5 (2/4, 0/2), Munastra 3 (1/2, 0/2), Raví ne, Carlo Stella ne, Triolo ne, Rubbera ne. Coach: Silva

Green Basket Palermo: Duranti 14 (4/8, 2/8), Di Viccaro 12 (3/11 da 3), Minoli 11 (2/7, 1/5), Lombardo 11 (1/1, 3/9), Pollone 9 (1/5, 2/8), Savoca 3 (0/1, 0/2), Di marco 0 (0/1, 0/3), Caronna 0 (0/1), Zini 0 (0/1, 0/2), Thiam Mame ne, Mazzarella ne, Micale ne. Coach: Bassi

L’impatto al match della squadra di coach Silva è influenzato dalla tensione caratteristica di un derby. Ne va così che Duranti, MVP del match contro la Costa d’Orlando, riprende come aveva concluso. Sono suoi infatti 12 dei 19 punti del Green al termine dei primi 10’. Torrenova invece si affida ai suoi lunghi, Nwokoye e D’Andrea che combinano per 14 punti dei 19 con cui anche le Aquile chiudono la prima frazione. Il secondo parziale vede la Cestistica imporsi per lunghi tratti: la coppia di lunghi Nwokoye-D’Andrea continua a martellare il canestro mentre Palermo soffre l’intensità locale. A referto si iscrivono anche Murabito e Boffelli, che centrano il ferro dalla lunga distanza e portano Torrenova al +8, 39-27, alla fine del primo tempo con il Green che spara a salve dai 6.75. Dopo la pausa lunga le Aquile trovano il canestro con ripetizione, concedendo il tiro da 3 che tanti problemi dà alla squadra di coach Bassi. Capitan Gullo invece dalla lunga distanza è cinico, scaldando il PalaTorre e trascinando i suoi compagni al massimo vantaggio di +18, 53-35, al 27’. Palermo prova a rimanere in scia con Minoli, ma all’ultimo mini riposo è 57-42. Nell’ultimo parziale Boffelli è on-fire ed il suo catch and shoot lima ancor di più le sicurezze difensive del Green. A seguirlo a ruota sono D’Andrea, che domina silenziosamente sotto le plance, Gullo, che dà ordine e qualità in attacco, e Nwokoye, che con la sua intensità firma la doppia doppia cacciando rimbalzi in attacco decisivi per la vittoria finale. Palermo allunga la difesa con una zone-press a tutto campo, recuperando qualche punto fino al -6, 66-60, ma la schiacciata di Drigo a pochi secondi dalla fine sigilla lo storico risultato per le Aquile, che fanno esplodere il PalaTorre alla sirena finale.

Ufficio Stampa Cestistica Torrenovese

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua