Prima trasferta stagionale per la Cestistica Torrenovese, che sabato 4 ottobre sfiderà al PalaSammontana di Empoli la USE Computer Gross di coach Alessio Marchini. Un avvio di campionato complicato per le Aquile, che dopo l’esordio casalingo con Firenze sfideranno due delle principali protagoniste di quest’anno: Empoli, appunto, e poi Piombino al PalaTorre. Un trittico di gare con difficoltà a cinque stelle, che daranno però l’esatta dimensione di quello che sarà il campionato di Serie B della Cestistica Torrenovese.

A presentare la sfida del PalaSammontana (palla a due alle ore 21 di sabato) è il lungo Daniele D’Andrea: «Empoli è una squadra molto aggressiva, il PalaSammontana per loro rappresenta un fortino e credo sia uno dei campi più difficili del nostro campionato. Hanno giocatori di grande esperienza come Giarelli, Giannini, Sesoldi che da anni giocano insieme e si conoscono molto bene. In più la società programma bene ed ogni anno innestano giocatori adatti al loro gioco che permettono all’USE di centrare l’obiettivo con relativa traqnuillità».

Sarà dunque una partita difficile per Torrenova, che con Firenze ha dimostrato nei primi due quarti che giocando con la giusta intensità può giocarsela contro tutti: «Noi dovremmo giocare come ha giocato Montecatini, dovremo mettere in campo molto aggressività, che loro potrebbero soffrire ma, ripeto, dobbiamo stare attenti alla loro esperienza che li ha portati a vincere. Dovremomo disputare una partita solida e senza cali di concentrazione, loro sono molto bravi a punire tutti gli errori. Dobbiamo cercare di giocare tutta la partita come il primo tempo contro Firenze, a cui abbiamo tenuto testa nonostante fosse una delle corazzate del nostro girone. Se giochiamo insieme e ci passiamo la palla possiamo fare male a tutte le squadre, siamo molto affiatati e abbiamo una grande voglia di vincere, speriamo il prima possibile, per lavorare con una maggiore tranquillità».

Ufficio Stampa Cestistica Torrenovese

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua